Elezioni Politiche 2022

Con decreto del Presidente della Repubblica pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 21 luglio 2022 è stata fissata per domenica 25 settembre 2022 la data per lo svolgimento delle consultazioni per l’elezione della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica per la sola giornata di

Indice

  1. Chi e quando si può votare
  2. Rinnovo della tessera elettorale
  3. Orari di apertura straordinaria dell'ufficio elettorale
  4. Opzione voto in Italia per iscritti AIRE
  5. Opzione voto temporanei all'estero
  6. Scrutatori
  7. Barriere architettoniche
  8. Servizio trasporto per accompagnamento ai seggi degli elettori in condizione di handicap
  9. Voto a domicilio e voto con accompagnatore in cabina
  10. Ubicazione delle sezioni elettorali
  11. Agevolazioni tariffarie per viaggio degli elettori
  12. Esercizio del voto a domicilio per elettori/elettrici sottoposti/e a atrattamento domiciliare o n condizioni di isolamento per covid_19
  13. Risposte e chiarimenti alle domande più frequenti degli elettori sulle elezioni politiche

1. Chi può votare

Domenica 25 settembre 2022 a Mira si voterà per le elezioni politiche 2022.
E' stato pubblicato sulla G.U. n. 169 del 21.07.2022 il decreto del Presidente della Repubblica in data 21/07/2022 n.97 e per la data del 25/09/2022 sono state indette le elezioni politiche per il rinnovo dei membri del Senato della Repubblica e della Camera dei Deputati.
 

SI POTRA' VOTARE NELLA SOLA GIORNATA DI DOMENICA 25 SETTEMBRE 2022 DALLE ORE 7:00 ALLE ORE 23:00.

A partire da queste elezioni non è più previsto che per il Senato possano votare solo gli elettori che abbiano compiuto il 25° anno di età. Pertanto sia per la Camera che per il Senato potranno votare tutti gli elettori che abbiano compiuto il 18° anno di età alla data del voto.

Altra importante novità è la riduzione del numero dei parlamentari:

  • alla Camera dei Deputati passano da 630 a 400;
  • al Senato della Repubblica passano da 315 a 200 (più i senatori a vita).

Scarica qui il manifesto ELEZIONE DELLA CAMERA DEI DEPUTATI - lista candidati

Scarica qui il manifesto ELEZIONE DEL SENATO DELLA REPUBBLICA - lista candidati

Scarica qui le Istruzioni per gli uffici elettorali di sezione

Scarica qui i facsimili delle schede elettorali:

facsimile scheda Camera dei Deputati

facsimile scheda Senato della Repubblica

2. Rinnovo della tessera elettorale 

Invitiamo gli elettori a controllare la propria tessera elettorale: se gli spazi per la certificazione risultano tutti timbrati, occorre richiedere una nuova tessera per votare alle prossime consultazioni elettorali.

Anche gli elettori che necessitano di una nuova tessera elettorale per smarrimento, o di un adesivo per cambio di residenza all'interno del Comune sono invitati a richiedere il rilascio presso l'ufficio elettorale in Piazza San Nicolò, 11 negli orari di:

Lunedì, martedì, giovedì e venerdi dalle ore 9:00 alle 12:00- giovedì pomeriggio dalle 15:00 alle 17:00 e sabato pari dalle 9:00 alle 12.00
informazioni: 0415628121-116-110
email: elettoraleleva@comune.mira.ve.it

3. ORARI DI APERTURA STRAORDINARIA DELL’UFFICIO ELETTORALE

PER IL RILASCIO DELLE TESSERE ELETTORALI

 Venerdì     23 settembre dalle 9 alle 18

 Sabato      24 settembre dalle 9 alle 18

 Domenica 25 settembre dalle 7 alle 23

 


PRIME SCADENZE PER ELEZIONI POLITICHE:

ENTRO IL 31/7 PER OPZIONE VOTO IN ITALIA PER CITTADINI AIRE
ENTRO IL 24/8 PER OPZIONE VOTO ALL'ESTERO PER CITTADINI TEMPORANEAMENTE ALL'ESTERO


Chi può votare all’estero

Gli elettori italiani iscritti all’AIRE (anagrafe italiani residenti all’estero) possono esercitare il proprio diritto di voto all'estero secondo il tipo di elezione. Non è consentito esercitare il proprio diritto di voto all'estero agli elettori che nei giorni delle consultazioni elettorali si trovano occasionalmente in territorio straniero (sono esclusi gli operatori in missioni umanitarie o diplomatiche).
Si ricorda che il VOTO è un DIRITTO tutelato dalla Costituzione Italiana e che, in base alla L. 27/12/2001, n. 459, i cittadini italiani residenti all’estero, iscritti nelle liste elettorali, possono VOTARE PER POSTA. A tal fine, si raccomanda quindi di controllare e regolarizzare la propria situazione anagrafica e di indirizzo presso il proprio Ufficio consolare di riferimento.

Per quali elezioni il cittadino Italiano residente all'estero (AIRE) può votare
  • Parlamento Europeo, gli elettori Italiani iscritti all'AIRE  residenti in un paese appartenente alla Comunità Europea possono recarsi per votare presso le sezioni appositamente istituite nei Paesi stessi, Consolati italiani, istituti di cultura, scuole italiane o altri locali messi a disposizione dagli Stati membri della Comunità. Mentre per tutti gli elettori residenti all'estero in uno Stato fuori dall'Unione Europea, sarà inviata una cartolina-avviso di convocazione elettorale con le relative informazioni necessarie per votare in Italia.
  •  Elezioni politiche e/o referendarie, il voto dei cittadini italiani residenti all'estero (AIRE) viene espresso per corrispondenza. In tale ipotesi, entro 18 giorni prima della data stabilita delle elezioni, gli uffici consolari inviano a tutti gli elettori residenti all’estero iscritti all'AIRE un plico contenente: il certificato elettorale; le schede elettorali (Camera, Senato); una busta piccola; una busta già affrancata recante l´indirizzo dell´Ufficio consolare competente; le liste dei candidati nella ripartizione geografica d´appartenenza (le ripartizioni sono: Europa; America Meridionale; America Settentrionale e Centrale; Africa, Asia, Oceania e Antartide); un foglio esplicativo delle modalità di voto e il testo della Legge n. 459/2001. Dopodiché l'elettore stacca dal certificato elettorale il tagliando comprovante l´esercizio del diritto di voto e spedisce il tutto all'Ufficio consolare competente entro 10 giorni prima della data delle elezioni. Gli elettori residenti all’estero che, quattordici giorni prima della data delle votazioni in Italia, non avessero ricevuto al proprio domicilio estero il plico contenente la documentazione elettorale di cui sopra, possono farne richiesta presentandosi personalmente al proprio Consolato di appartenenza.
  •  Elezioni amministrative (comunali, provinciali, regionali) non è prevista nessuna forma di voto all’estero, pertanto, l’elettore dovrà far rientro in Italia e votare nel Comune di iscrizione elettorale. Sarà cura dell'Ufficio elettorale comunicare all'elettore residente all'estero, mediante l'invio di una cartolina-invito: i giorni della consultazione, il tipo di elezione, nonchè le modalità per il rimborso delle spese di viaggio.

4. Opzione per il voto in Italia 

È POSSIBILE IN ALTERNATIVA, PER GLI ELETTORI RESIDENTI ALL’ESTERO E ISCRITTI ALL’AIRE, SCEGLIERE DI VOTARE IN ITALIA PRESSO IL PROPRIO COMUNE DI ISCRIZIONE ELETTORALE, comunicando per iscritto la propria scelta (OPZIONE) all’Ufficio consolare entro il 10° giorno successivo alla indizione delle votazioni. Gli elettori che scelgono di votare in Italia in occasione della prossime consultazioni politiche, riceveranno dai rispettivi Comuni italiani la cartolina-avviso per votare presso i seggi elettorali in Italia.

Si ribadisce che in ogni caso l’opzione DEVE PERVENIRE all’Ufficio consolare NON OLTRE I DIECI GIORNI SUCCESSIVI A QUELLO DELL’INDIZIONE DELLE VOTAZIONI, OVVERO ENTRO IL GIORNO 31/07/2022. Tale comunicazione può essere scritta su carta semplice e – per essere valida – deve contenere nome, cognome, data, luogo di nascita, luogo di residenza e firma dell’elettore, accompagnata da copia di un documento di identità del dichiarante.

Come prescritto dalla normativa vigente, sarà cura degli elettori verificare che la comunicazione di opzione spedita per posta sia stata ricevuta in tempo utile dal proprio Ufficio consolare.

La scelta di votare in Italia può essere successivamente REVOCATA con una comunicazione scritta da inviare o consegnare all’Ufficio consolare con le stesse modalità ed entro gli stessi termini previsti per l’esercizio dell’opzione.

Se si sceglie di rientrare in Italia per votare, la Legge NON prevede alcun tipo di rimborso per le spese di viaggio sostenute, ma solo agevolazioni tariffarie all’interno del territorio italiano. Solo gli elettori residenti in Paesi dove non vi sono le condizioni per votare per corrispondenza (Legge 459/2001, art. 20, comma 1-bis) hanno diritto al rimborso del 75 per cento del costo del biglietto di viaggio, in classe economica.
Icona file MODULO DI OPZIONE VOTO IN ITALIA
Nota bene. Tutti gli elettori che non hanno optato per il voto in Italia devono obbligatoriamente votare all’estero, in quanto detti elettori saranno depennati dalle liste elettorali


5. Opzione voto temporanei all'estero


Gli elettori italiani che per motivi di lavoro, studio o cure mediche si trovano temporaneamente all’estero per un periodo di almeno tre mesi, nel quale ricade la data di svolgimento della consultazione elettorale, nonché i familiari con loro conviventi, possono partecipare al voto per corrispondenza organizzato dagli uffici consolari italiani (legge 459 del 27 dicembre 2001, quale modificata dalla legge 6 maggio 2015, n. 52).

Tali elettori, se intendono partecipare al voto dall’estero, dovranno far pervenire AL COMUNE d’iscrizione nelle liste elettorali entro il 24 agosto 2022 (con possibilità di revoca entro lo stesso termine) una dichiarazione di OPZIONE
Icona file modulo voto temporanei all'estero

Gli elettori potranno far pervenire al Comune di Mira il suddetto modulo tramite una delle modalità di seguito indicate:

  1. tramite PEC in maniera esclusiva dal richiedente: comune.mira.ve@pecveneto.it;

  2. tramite posta elettronica: elettoraleleva@comune.mira.ve.it;

  3. all’ufficio protocollo sito in P.zza IX Martiri nr. 3, aperto dalle 9.00 alle 12.00 martedì, mercoledì e giovedì anche nel pomeriggio dalle 15.00 alle 17.00.

allegando un valido documento di identità.

Per info telefonare al nr. 041/5628121, 116, 110

Avvertenze

Non è possibile il voto per corrispondenza per coloro che si trovino negli Stati con cui l’Italia non intrattiene relazioni diplomatiche o nei quali la situazione politica o sociale non garantisca la segretezza della corrispondenza e nessun pregiudizio per chi vota (legge 27/12/2001 n. 459 art.20, comma 1-bis, come modificata dalla legge 06/05/2015 n.52). L’elenco degli Stati in cui non si può votare per corrispondenza ai sensi del comma 1-bis dell’art. 20 suddetto, verrà pubblicato non appena sarà trasmesso dal Ministero dell’Interno.

Tale limitazione è esclusa per gli elettori rientranti nelle categorie di cui alla legge 27/12/2001 n. 459 art 4-bis, comma 5 ( Forze Armate e Forze di Polizia temporaneamente all’estero per missioni internazionali ) e comma 6 ( dipendenti di ruolo dello Stato in servizio all’estero e le persone con essi conviventi ). Per tali elettori si rinvia all’Intesa del 4/12/2015 tra Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, il Ministero dell’Interno ed il Ministero della Difesa che disciplina la relativa procedura.

6.    SCRUTATORI


7. BARRIERE ARCHITETTONICHE

Tutte le sezioni elettorali del Comune sono prive di barriere architettoniche.


8. SERVIZIO DI TRASPORTO PER ACCOMPAGNAMENTO AI SEGGI DEGLI ELETTORI IN CONDIZIONE DI HANDICAP

In occasione delle consultazioni elettorali, sarà organizzato nel giorno della votazione, un servizio speciale di trasporto in modo da facilitare il raggiungimento del seggio elettorale degli elettori in condizione di handicap.

Il servizio di trasporto verrà effettuato con un pulmino attrezzato per il trasporto di disabili, nella giornata di domenica 25 Settembre 2022.

Il servizio potrà essere richiesto direttamente all’ufficio elettorale sito in Piazza San Nicolò 11/1, oppure telefonando ai numeri  041 5628121 – 116.

9. VOTO A DOMICILIO PER ELETTORI AFFETTI DA GRAVI INFERMITÀ CHE NE RENDANO IMPOSSIBILE L'ALLONTANAMENTO DALL'ABITAZIONE E VOTO CON ACCOMPAGNATORE IN CABINA

In occasione delle succitate elezioni, viene garantita la possibilità di esprimere il voto direttamente al proprio domicilio (art. 1 del D.L. 3.01.2006, convertito con modificazioni dalla Legge 27.01.2006 n. 22, come modificato dalla Legge 07/05/2009, n. 46) agli elettori affetti da infermità che ne rendano impossibile l’allontanamento dall’abitazione”.

Chi può votare a domicilio

Possono fare richiesta oltre agli elettori affetti da gravi infermità che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali, tali da impedirne l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano, anche gli elettori affetti da gravissime infermità tali che l’allontanamento dall’abitazione in cui dimorano risulti impossibile anche con l’ausilio dei servizi previsti dall’art. 29 della Legge 05/02/1992, n. 104 (e cioè del trasporto pubblico che i comuni organizzano in occasione di consultazioni per facilitare agli elettori disabili il raggiungimento del seggio elettorale).

Documentazione necessaria

Per usufruire di questa possibilità è necessario che l'elettore dimori nell'ambito del territorio nazionale. L'elettore interessato deve far pervenire al sindaco del comune nelle cui liste elettorali è iscritto un'espressa dichiarazione attestante la propria volontà di esprimere il voto presso l'abitazione in cui dimora, corredata della prescritta documentazione sanitaria, in un periodo compreso fra il 40° e il 20° giorno antecedente la data di votazione, ossia fra martedì 16 agosto e lunedì 5 settembre 2022.

La domanda di ammissione al voto domiciliare deve indicare l'indirizzo della abitazione in cui l'elettore dimora e, possibilmente, un recapito telefonico, e deve essere corredata di copia della tessera elettorale e di idonea certificazione sanitaria rilasciata da un funzionario medico designato dagli organi dell'azienda sanitaria locale.clicca qui Icona file richiesta voto a domicilio

Scadenze

La dichiarazione dovrà essere presentata presso l'Ufficio Elettorale sito in Piazza San Nicolò n. 11/1 - tel. 041 5628121 - 116.

Tale ultimo termine del 5 settembre 2022, in una ottica di garanzia del diritto di voto costituzionalmente tutelato, deve considerarsi avere carattere ordinatorio, compatibilmente con le esigenze organizzative del Comune e degli enti preposti.

Voto con accompagnatore in cabina

Gli elettori fisicamente impediti (i ciechi, gli amputati delle mani, gli affetti da paralisi o da altro impedimento di analoga gravità) possono esercitare il proprio diritto di voto con l'aiuto di un elettore della propria famiglia, o, in mancanza, possono scegliere come accompagnatore un altro elettore, purché iscritto nelle liste elettorali di un qualsiasi comune italiano (legge n. 17 del 5.2.2003).

L'impedimento potrà essere dimostrato, direttamente al seggio elettorale, con certificato medico rilasciato gratuitamente dalle sedi dell'Azienda Sanitaria Locale n. 3. 
Icona file DISPONIBILITA' STRUTTURE SANITARIE AZIENDA ULSS 3 SERENISSIMA
In alternativa, al fine di evitare di doversi munire di volta in volta, in occasione di ogni consultazione, dell'apposito certificato medico, gli elettori fisicamente impediti possono preventivamente chiedere all'ufficio elettorale del proprio Comune l'annotazione permanente del diritto al voto assistito sulla propria tessera elettorale.

La richiesta dovrà essere corredata da documentazione sanitaria, rilasciata gratuitamente ed in carta libera, dal funzionario medico designato dal competente organo dell'unità sanitaria locale attestante che l'elettore è impossibilitato ad esercitare autonomamente il voto.

L'accoglimento della richiesta comporterà l'apposizione di uno speciale timbro sulla tessera elettorale che consentirà di evitare, in occasione di ogni consultazione, di dover ricorrere al certificato medico per essere accompagnati in cabina elettorale da persona di fiducia.

Rilascio certificati attestanti l'impedimento fisico degli elettori dall' U.L.S.S. n. 3

Gli orari di ricevimento dei medici del Servizio di Igiene e Sanità Pubblica designati al rilascio delle certificazioni di elettore non deambulante e delle certificazioni attestanti l'impedimento fisico di elettore che necessita di essere assistito nell'atto di esprimere il voto, sono stati comunicati dall'U.L.S.S. 3 clicca qui Icona file DISPONIBILITA' STRUTTURE SANITARIE AZIENDA ULSS 3 SERENISSIMA

10. UBICAZIONE DELLE SEZIONI ELETTORALI

Icona file Ubicazione Seggi


11. AGEVOLAZIONI TARIFFARIE PER IL VIAGGIO

Si richiama la Circolare del Ministero dell'Interno n. 99 e 100/2022.
Icona file Agevolazioni tariffarie per il viaggio
Icona file servizi ferroviari con Italo



12. VOTO A DOMICILIO PER ELETTORI SOTTOPOSTI A TRATTAMENTO DOMICILIARE O IN CONDIZIONI DI ISOLAMENTO COVID-19

Gli elettori sottoposti a trattamento domiciliare o in condizioni di isolamento per Covid-19, sono ammessi al voto per la consultazione elettorale del 25 SETTEMBRE 2022 nella predetta dimora.

Manifesto per voto a domicilio covid Icona file ESERCIZIO DEL VOTO A DOMICILIO PER ELETTORI SOTTOPOSTI A TRATTAMENTO DOMICILIARE O IN CONDIZIONI DI ISOLAMENTO PER COVID-19

Modello di domanda voto a domicilio per covid Icona file ESERCIZIO DEL VOTO A DOMICILIO PER ELETTORI SOTTOPOSTI A TRATTAMENTO DOMICILIARE O IN CONDIZIONI DI ISOLAMENTO PER COVID-19

Il certificato da presentare all'ufficio elettorale per attivare la richiesta di voto a domicilio per positività al Covid_19, puo' essere richiesto dagli elettori o da loro delegati, al Dipartimento di prevenzione dell'Ulss n. 3 (tel. 0412608407 segreteria SISP) tramite email: sisp.comunicazioni@aulss3.veneto.it.




Risposte e chiarimenti alle domande più frequenti degli elettori sulle elezioni politiche

Icona file FAQ ELEZIONI POLITICHE 25 SETTEMBRE 2022

Data ultima modifica: 19-09-2022