Songwriting: canzoni e narrazioni


con la collaborazione di


Tutti sappiamo che normalmente i ringraziamenti si fanno a conclusione di un intervento, ma non è questo il caso. Nell’accogliervi nel nostro Teatro Villa dei Leoni, per assaporare insieme una nuova edizione della stagione teatrale, voglio invece ringraziarvi della vostra grande partecipazione dell’anno passato.
Un risultato che, per l’Amministrazione che guido, si è tradotto in quell’energia e quella volontà che ci hanno portati, con la collaborazione del Circuito Arteven, a dare corpo ad un programma artistico che, ci auspichiamo, anche quest’anno farà centro.
Gli ingredienti ci sono tutti. Grandi autori, interpreti e registi. Spettacoli su temi di scottante attualità.
La danza come non l’avreste immaginata.
Allestimenti che divertono, sempre con intelligenza e ironia. Insomma un progetto culturale fatto di proposte diverse che non mancheranno di emozionare e stupire. Anche questa edizione 2018/19 vuole essere per Mira un’occasione d’incontro e confronto per una comunità che, a Teatro e grazie al teatro, si senta protagonista e partecipe, in maniera sempre più forte.
Accomodiamoci quindi per vivere insieme quelle emozioni che solo lo spettacolo dal vivo sa regalare.
E insieme, sera dopo sera, ringraziamo gli artisti con i nostri applausi.

Marco Dori
Sindaco e Assessore alla Cultura
Comune di Mira

programma completo


mercoledì 31 ottobre 2018

NADA e RITA MARCOTULLI

Guardateci negli occhi

Nada Malanima (voce)

Rita Marcotulli (pianoforte)

Un incontro, quello fra la cantante–scrittrice livornese Nada Malanima e la pianista romana Rita Marcotulli, che presenta non pochi motivi d’interesse, rispondendo più ai canoni dell’improvvisazione jazzistica che a quelli di un canovaccio teatrale. L’ex-ragazza prodigio di “Ma che freddo fa” leggerà pagine dai suoi libri (il romanzo “Leonida”, 2016, è la sua quarta fatica letteraria) e canterà accompagnata dalla Marcotulli, jazzista di statura europea (Peter Erskine, Dewey Redman), ma anche pianista estremamente duttile (Pino Daniele, Massimo Ranieri), che ci regalerà a sua volta qualche prezioso solo.


venerdì 16 novembre 2018

MAX MANFREDI

Viaggio in una tana

Max Manfredi (voce, chitarra)

Luca Falomi (chitarra)

Alice Nappi (violino)

Dremong” è l’ultimo lavoro discografico del cantautore genovese, ma anche scrittore, Max Manfredi (il migliore della sua generazione, per Fabrizio De Andrè), due volte Premio Tenco, nel 1990 con “Le parole del gatto” (migliore opera prima) e nel 2009 con “Luna persa” (miglior disco dell’anno). Dal suo ultimo album ha tratto lo spunto per questo “viaggio in una tana”, che è naturalmente quella di Dremong, un orso tibetano. Affronterà la nuova avventura con un trio dal sapore fortemente cameristico (due chitarre e un violino). Benché poco prolifico, Manfredi è cantautore eclettico e profondo, mai banale.


venerdì 23 novembre 2018

GUALTIERO BERTELLI e MOIRA MION

Un papavero rosso ogni tre metri de gran

Gualtiero Bertelli (voce, chitarra, fisarmonica)

Moira Mion (voce recitante, fisarmonica)

È del 2015 questo lavoro (anche disco) di Gualtiero Bertelli, storico protagonista della canzone popolare italiana, e dell’attrice Moira Mion, ma è ancora attuale. Lo spettacolo di teatro–canzone ripercorre con canti, immagini e racconti la vita di un eroico e poco noto militante antifascista di Mira, Romeo Isepetto, pescatore partigiano, eroe scomodo caduto nell’oblio. Arrestato nel 1944 e sopravvissuto a Mauthausen, viene ucciso da una carica esplosiva in barena a Giare, nell’agosto 1947. Muore da pescatore di frodo in quella stessa laguna che l’aveva visto combattere il fascismo, ma i cui proprietari non erano cambiati.


venerdì 7 dicembre 2018

CARLO FAVA e NICOLA GARDINI

Il canto delle metamorfosi

Carlo Fava (voce, pianoforte)

Nicola Gardini (voce recitante)

La serata è un omaggio a Ovidio, fra i maggiori poeti di tutti i tempi, morto esule sulle coste del Mar Nero per decisione dell’imperatore Augusto. Lo scrittore Nicola Gardini, autore del saggio “Con Ovidio” (2017), ci racconta la potenza e bellezza del poema “Le metamorfosi”, mentre il cantautore Carlo Fava interviene con canzoni che riflettono temi ovidiani, come l’instabilità delle forme, la magia della parola e dell’amore, tratte in parte dal suo ultimo disco, “Il maestro che non c’è”, che include anche due testi di Gardini. L’obiettivo è quello di mettere in evidenza lo stretto legame che da sempre unisce canto e poesia.


venerdì 25 gennaio 2019

GIANFRANCO MANFREDI e PATRIZIO FARISELLI

Ma chi ha detto che non c’è? (frammenti degli anni ’70)

Gianfranco Manfredi (voce)

Patrizio Fariselli (pianoforte)

Nel suo ultimo libro, “Ma chi ha detto che non c’è?” (2017), Gianfranco Manfredi, scrittore, sceneggiatore di film e fumetti, cantautore, si immerge nelle ragioni di un movimento complesso e visionario, quello del 1977, denso di creatività e desiderio, di contraddizioni e conflitti radicali. Partendo dal titolo di una sua nota canzone di 40 anni fa, propone una ricostruzione distaccata degli anni ‘70, da lui vissuti in prima persona, accompagnato dalle sapienti note del pianoforte di Patrizio Fariselli, ex-Area (gruppo simbolo di quel periodo) poi convertitosi al jazz acustico, di cui è da tempo uno dei maggiori esponenti italiani.


venerdì 8 febbraio 2019

YO YO MUNDI e LAURA GUALTIERI

Cesare Pavese and America

Paolo E. Archetti Maestri (voce, chitarre)

Andrea Cavalieri (basso, clarinetto, voce)

Eugenio Merico (batteria)

Chiara Giacobbe (violino)

Dario Mecca Aleina (tastiere, programmazioni)

Laura Gualtieri (voce recitante)

Ivano A. Antonazzo (immagini, fotografie e disegni)

Lettura scenica e concerto con immagini che vuole raccontare, attraverso una scelta di brani delle opere di Cesare Pavese, alcuni suoi carteggi (soprattutto con l’amico violinista Chiuminatto) e qualche frammento di opere di autori da lui tradotti o citati, il rapporto “d’amore, di attrazione e di negazione” tra lo scrittore e l’America. Oltre a “La luna e i falò”, trovano spazio nello spettacolo l’incipit di “Moby Dick”, da lui tradotto, ma anche una poesia di Hemingway, frammenti da altri romanzi e poesie di Pavese (fra cui “Last Blues”, trasformata in canzone dagli Yo Yo Mundi), canzoni di De Andrè, Tenco e De Gregori.


Direzione artistica di Carlo Fava


INIZIO SPETTACOLI ore 21:00

BIGLIETTO UNICO € 8,00

Nada e Rita Marcotulli  € 10,00

Biglietti in vendita in biglietteria a partire da un'ora prima dello spettacolo

PREVENDITA ON LINE su www.arteven.it e www.vivaticket.it

INFORMAZIONI
0414266545 - 3341104633 - 0415628354
info@teatrovilladeileonimira.it
cultura@comune.mira.ve.it
info@caligola.it
www.arteven.it

Con il supporto di

 

pubblicata il 22 ottobre 2018
<<
<
 ... 891011121314151617 ... 
>
>>