MAG312016
 31 maggio 2016

Presentazione dell’iniziativa “Una scelta in comune”

Presentazione dell’iniziativa “Una scelta in comune”

Martedì 14 giugno 2016 alle ore 21.00 presso l’Auditorium della Biblioteca di Oriago in via Venezia, 171 a Mira si terrà l’iniziativa di sensibilizzazione sul tema “Una scelta in comune: carta d’identità e donazione degli organi”.

All’assemblea pubblica interverranno:

il Sindaco di Mira Alvise Maniero e l’Assessora comunale dr.ssa Francesca Spolaor,

il Coordinatore Aziendale Trapianti ULSS 13 dr. Giancarlo Galzignato,

la Collaboratrice AIDO Provinciale Venezia dr.ssa Flavia Petrin.

Seguiranno alcune testimonianze

La presentazione è organizzata in collaborazione con l’AIDO e l’A.ULSS 13.

In tale occasione si promuoverà l’attivazione del nuovo servizio comunale che consente al cittadino maggiorenne che richiede o rinnova la carta d’identità, di esprimere il consenso o dissenso alla donazione dei propri organi o tessuti dopo il decesso.

A partire dal mese di aprile presso gli sportelli dell’anagrafe del Comune di Mira presso i Servizi Demografici siti in Piazza San Nicolo’ 11/1 (Primo Piano) è possibile usufruire del nuovo servizio. In particolare Il cittadino può (essendo una facoltà e non un obbligo) esercitare il proprio diritto all’espressione della volontà sull’argomento, con una semplice dichiarazione scritta di consenso/dissenso agli sportelli comunali. La volontà, espressa sottoscrivendo un modulo, sarà trasmessa in tempo reale al Sistema Informativo Trapianti, la banca dati nazionale informatizzata del Ministero della Salute che raccoglie tutte le dichiarazioni rese dai cittadini maggiorenni. L'inserimento di questa informazione nel SIT, oltre ad assicurare il rispetto della volontà del singolo, garantisce un più efficace funzionamento della rete trapiantologica. Questa banca dati, alla quale sono collegati il Centro Nazionale Trapianti, i Centri regionali e interregionali per i trapianti e le Aziende Sanitarie Locali, viene consultata, infatti, ventiquattr'ore su ventiquattro dai centri per i trapianti con riferimento a ciascun soggetto potenziale donatore, allorché questi sia sottoposto ad accertamento di morte. Oltre alla verifica dell'esistenza di una dichiarazione di volontà registrata nel SIT, i medesimi Centri sono tenuti ad accertare l'esistenza di un'eventuale successiva dichiarazione del donatore resa per iscritto o di una volontà dichiarata ai propri familiari. Il cittadino infatti può modificare la dichiarazione di volontà in qualsiasi momento; sarà comunque ritenuta valida, sempre, l'ultima dichiarazione resa in ordine di tempo secondo le modalità previste.

Questa nuova opportunità di espressione della dichiarazione di volontà offerta ai cittadini è prevista nella legge 25/2010 e nel decreto legge 98/2013 (Disposizioni in materia di trapianti).

Mira è uno dei primi comuni della Provincia di Venezia che su base volontaria ha scelto di partecipare al progetto “Una scelta in Comune” del Centro Regionale Trapianti del Veneto. Nel mese di novembre gli addetti ai Servizi comunali hanno seguito l’incontro di formazione e poi, dopo l’acquisizione di un nuovo modulo gestionale e il certificato di autenticazione il Comune è stato incluso tra gli Enti partecipanti alla fase sperimentale del progetto. Effettuate le operazioni per l’interconnessione informatica tra il Comune e il periodo si test con il Sistema Informativo Trapianti, ora il nuovo servizio è a regime.

Per informazioni più approfondite sul servizio si può consultare il sito del Centro Regionale Trapianti http://www.srtveneto.it/home.php e il sito del Centro Nazionale Trapianti http://www.trapianti.salute.gov.it/e il sito di AIDO Nazionale http://www.aido.it/

 

 

Data ultima modifica: 20-07-2015