MAR072019
 07 marzo 2019

NEW Nord-Est Writers: Maurizio Dianese

NEW Nord-Est Writers: Maurizio Dianese

Giovedì 7 marzo 2019 Maurizio Dianese presenta Doppio gioco criminale: la vera storia del bandito Felice Maniero (Milieu editore)


Auditorium della biblioteca di Oriago
via Venezia 171 - Oriago di Mira (Ve)
Inizio ore 18,30 - ingresso libero
info 0415628371 - biblioriago@miracubi.it
Per vedere gli altri appuntamenti della rassegna clicca qui

IL LIBRO


“Doppio gioco criminale, la vera storia del bandito Felice Maniero” racconta gli ultimi 25 anni della vita del boss di Campolongo Maggiore che negli anni '80 mise in piedi la più organizzata e la più feroce, la più ricca e la più numerosa banda del Nord Italia, specializzata in rapine e spaccio di sostanze stupefacenti. Felice Maniero in una ventina d'anni ha costruito un impero che gli ha permesso di mettere da parte almeno 100 miliardi di lire – 60 milioni di euro – mentre apriva la strada alle infiltrazione della mafia, della camorra e della 'ndrangheta. Dopo la rocambolesca fuga dal carcere Due Palazzi di Padova, a novembre del 1994, il boss era stato arrestato ed era diventato collaboratore di giustizia. Nello stesso tempo, però, continuava a dirigere, dal carcere, la sua banda. Esattamente come quando era fuori. Vuol dire che, mentre riempiva centinaia di pagine di verbali e giurava di aver chiuso definitivamente con la vecchia vita, impartiva dal carcere di massima sicurezza di Milano ordini precisi a quegli stessi uomini che, “grazie” a lui, di lì a qualche mese sarebbero stati arrestati, processati e condannati a pene pesantissime. “Doppio gioco criminale, la vera storia del bandito Felice Maniero” racconta dunque gli ultimi 25 anni di vita di Felice Maniero e svela i retroscena mai raccontati e mai confessati di un “pentimento” che è stata l'ultima vera mossa da maestro del boss della mala del Brenta.

L'AUTORE


Maurizio Dianese, giornalista de Il Gazzettino, è uno dei pochi giornalisti con cui oggi Felice Maniero, nella sua nuova identità, mantiene un contatto. Su Maniero ha scritto due libri: Il bandito Felice Maniero (Il Cardo Editore, 1995) e Mala Tempora (Aliberti, 2007) che racconta la fine della banda, ma anche la Venezia del controllo della malavita organizzata, un affresco in “nera” della città più bella del mondo. Con Codice 955 (Nuova Dimensione, 2005) ha ricostruito l’inchiesta sulle Brigate rosse che hanno assassinato Marco Biagi. Assieme a Gianfranco Bettin ha pubblicato La strage (Feltrinelli, 2005), libro-inchiesta sulla strage di piazza Fontana e Petrolkiller (Feltrinelli, 2003), un volume che ricostruisce i retroscena del patto fra le aziende chimiche di tutto il mondo che per anni hanno mentito agli operai sulla pericolosità del Cloruro di vinile monomero.

Data ultima modifica: 20-07-2015
torna all'inizio del contenuto