GIU272018
 27 giugno 2018

COMUNICATO STAMPA 16/06/18

COMUNICATO STAMPA 16/06/18

COMUNICATO STAMPA
 

ART BONUS: anche Mira tra i destinatari degli incentivi

Imprese e cittadini potranno essere "mecenati d'arte" con uno sgravio fiscale del 65% in tre anni

 

Avviato anche a Mira il sistema di incentivi fiscali denominato "Art Bonus" confermato dalla Legge di stabilità del 2016, il quale consente di recuperare in tre anni un credito d’imposta pari al 65% dell’erogazione liberale a sostegno della cultura e dello spettacolo. L'Amministrazione comunale guidata dal sindaco Marco Dori annuncia di aver attivato, tra i primi a livello regionale,  questa preziosa formula di mecenatismo con l'obiettivo di coinvolgere la cittadinanza e le imprese del territorio, e non solo, nel sostegno dei luoghi della cultura che rappresentano il patrimonio artistico e culturale del comune.

“Vogliamo approfittare di questo prezioso sistema di incentivi - afferma il sindaco di Mira Marco Dori - per restaurare alcuni edifici che necessitano di interventi senza gravare sul bilancio comunale, chiamando coloro che ne hanno la possibilità ad un gesto di generosa responsabilità, a un investimento di lungo periodo sul futuro del nostro territorio. Un futuro che per Mira, e per tutta la Riviera del Brenta, non può che passare per la cultura, il turismo e quindi attraverso la valorizzazione e la conservazione dei propri siti artistici. Abbiamo un patrimonio immenso, ma pochissime risorse, quindi non possiamo lasciare nulla d'intentato. In altri comuni Art Bonus ha dato risultati positivi. Sono sicuro succederà anche a Mira. Ognuno di noi può diventare un mecenate e fare del bene alla nostra città".


Tra i diversi edifici identificati dall'amministrazione comunale come destinatari dei fondi raccolti un ruolo di primo piano è assunto da Villa dei Leoni, luogo simbolo della cultura mirese e sede del teatro comunale. Qui si ipotizzano interventi di varia natura, che consentono anche a persone e realtà con budget differenti di aderire al progetto: dalla ricostruzione di una cuspide abbattuta da un temporale ( importo di 5000€) al restauro dell'Oratorio di Villa dei Leoni (30.000€), dal rifacimento dei camerini (15.000€) all'incremento e aggiornamento della dotazione tecnica del teatro (15.000€). Interventi economicamente più importanti sono previsti per il restauro di Villa Mocenigo, ad Oriago, e Villa Levi Morenos a Mira.

La donazione può essere fatta attraverso un bonifico intestato al Comune di Mira con specificato nella causale "Art Bonus - Comune di Mira - NOME PROGETTO (ad esempio Villa dei Leoni) - NOME INTERVENTO (opzionale) - COD. FISCALE o P.IVA del MECENATE". IBAN: IT19U0200836182000103783944  

Ai futuri mecenati il sindaco di Mira promette un riconoscimento speciale.


ART BONUS: dettagli tecnici

Le erogazioni liberali effettuate in denaro che danno diritto al credito di imposta, devono riguardare gli anni di imposta 2014, 2015 e 2016 e devono essere riferiti a specifici interventi.

La legge di stabilità 2016 ha confermato la misura del 65% per le erogazioni liberali da ripartire in tre quote annuali di pari importo.

Per le persone fisiche e gli enti che non svolgono attività commerciale il credito d'imposta è riconosciuto nel limite del 15% del reddito imponibile, mentre per i soggetti titolari di reddito d'impresa (società e ditte individuali) ed enti non commerciali che esercitano anche attività commerciale il credito d'imposta è invece riconosciuto nel limite del 5 per mille dei ricavi annui.

Le modalità di fruizioni dipendono dai soggetti che vogliono beneficiarne. Le persone fisiche e gli enti che non svolgono attività d'impresa potranno portare la detrazione nella dichiarazione dei redditi. I titolari di reddito d'impresa invece la porteranno in compensazione. L'Agenzia delle Entrate ha stabilito che le erogazioni devono essere effettuate solo attraverso sistemi di pagamento tracciabili.
http://artbonus.gov.it/

Data ultima modifica: 20-07-2015
torna all'inizio del contenuto