SET012018
 01 settembre 2018

COMUNICATO STAMPA 01/09/2018

COMUNICATO STAMPA 01/09/2018

A Villa dei Leoni tornano le grandi mostre, con un'esposizione tutta dedicata alla scuola. Dal 30 settembre al 25 novembre è in programma "Leggere, scrivere, far di conto... Un secolo della nostra storia sui banchi dopo l’Unità", una mostra tutta dedicata alla scuola di una volta. Un secolo di storia passata sui banchi delle elementari, dal 1859 al secondo dopoguerra. Dalla scuola risorgimentale a quella savoiarda, da quella del ventennio a quella nata dalla Liberazione. La mostra s'inserisce nel programma d'iniziative per celebrare i 150 anni di vita del Comune di Mira.

"Con questa mostra - spiega il sindaco Marco Dori - Villa dei Leoni diventa un grande teatro della memoria. Un'esposizione che è un viaggio nel tempo, ma anche nel cuore dell'Italia, dove si può ammirare anche un'intera aula scolastica dei primi del '900 completamente ricostruita in ogni dettaglio. Puntiamo a coinvolgere le scuole del territorio, ma anche il pubblico di ogni età di tutto il Veneto, e a riproporre Villa dei Leoni come sede espositiva di livello".

La mostra, a cura dell'antiquario bassanese Egidio Guidolin, propone un percorso espositivo che raccoglie un secolo di storia sui banchi scolastici. Dal 1859, anno della legge Casati, al secondo dopoguerra. Oltre 30 bacheche di materiali didattici unici e rari, corredati da tabelle e materiale informativo. Cartelloni, carte geografiche, pannelli ricchi di documenti, quaderni, libri, vestiario, e un'intera aula dei primi del '900. Attraverso gli oggetti ed i documenti esposti si possono ripercorrere quelli che furono infatti i grandi cambiamenti dell'Italia nel suo primo secolo di storia unitaria. L'esposizione offre uno straordinario e variopinto mondo fatto di abecedari, cannucce, pennini, sussidiari, banchi, lavagne, calamai. Materiali didattici rari, unici e addirittura introvabili, raccolti in trent'anni dall'antiquario Egidio Guidolin nella sua collezione privata. 
La mostra, che ha avuto il suo esordio nel Comune di Alleghe nel 2012, ha avuto un successo superiore alle più rosee aspettative ed è stata successivamente allestita nel 2013 a Verona e nel 2014 a Domegge di Cadore. Con l'esposizione di Mira il progetto cresce e si compone di nuovi materiali, più spazio e pezzi pregiati: per la prima volta infatti verranno esposti anche un refettorio e una palestra risalente agli anni venti/trenta del secolo scorso.
Per questa mostra il Comune ha attivato anche un pacchetto turistico che coinvolgerà diverse attività della città. Gli orari sono i seguenti: venerdì (15.00-19.00), sabatodomenica e festivi (9.00-12.30/ 15-19), da martedì a venerdì (mattino, solo gruppi prenotati). Chiuso il lunedi. Le tariffe prevedono ingresso gratuito per le scuole di Mira e per le persone con disabilità accompagnate, intero € 5,00, scolaresche fuori Mira € 2,50. Info e prenotazioni 0415628354, mail: cultura@comune.mira.ve.it, sito internet www.miracubi.it.
 
La mostra è corredata da un catalogo la cui introduzione è stata curata dal giornalista e scrittore Gian Antonio Stella.

Data ultima modifica: 20-07-2015
torna all'inizio del contenuto