SET092018
 09 settembre 2018

COMUNICATO STAMPA 09/09/2018

COMUNICATO STAMPA 09/09/2018

In merito alle notizie diffuse nelle ultime ore da esponenti del Movimento 5 Stelle, il sindaco di Mira Marco Dori rilascia la seguente dichiarazione:

 

“L'unica fake news è il tesoretto. Come il mostro di Loch Ness, tutti lo cercano, nessuno lo trova… Gli avanzi di amministrazione, o tesoretto come qualcuno li ha chiamati senza sapere cosa sono, non sono altro che la somma di incapacità di spesa e vincoli di bilancio e non si possono usare come fossero una carta di credito. Ormai lo sanno tutti. Sul fatto, poi, che i comuni li possano usare, lo dobbiamo a due recenti sentenze della Corte costituzionale e alla battaglia condotta da Anci. Il governo non ha ancora stabilito nulla a proposito, ha fatto un'apertura che non poteva non fare: ma non c'è ancora nulla di certo. Lo vedremo nella prossima finanziaria. Lo stesso vale per lo stop al bando periferie, che ha messo in grave pericolo il progetto della Città Metropolitana sulla ciclabile di Marano e su cui anche negli ultimi giorni arrivano indiscrezioni negative: pare che non ci sarà nessun ripensamento rispetto a questo stop. Valorizzare il patrimonio inutilizzato è uno strumento finanziario e tutti i comuni d'Italia lo devono fare, proprio per sopperire al calo dei trasferimenti e per sostenere gli investimenti. E poi se questo famoso tesoretto fosse stato realtà, lo avremmo già speso lo scorso anno. Infine, per quanto riguarda i progetti e i cantieri, parlano i fatti. Penso al ponte di Mira Taglio e alle pensiline, che sono rotte da anni, mica da qualche settimana. Tempo per sistemarli prima c'era tutto. Noi in pochi mesi abbiamo fatto e approvato il progetto e abbiamo avviato la gara. Le opere pubbliche non sono figlie di nessuno, se non dei cittadini che le aspettano da anni”.

Data ultima modifica: 20-07-2015
torna all'inizio del contenuto