NOV302019
 30 novembre 2019

Dichiarazione del sindaco Dori

Dichiarazione del sindaco Dori

In merito a quanto asserito nelle scorse ore dalla consigliere comunali Vivian e Marcato, il sindaco Marco Dori rilascia la seguente dichiarazione:

“Polemiche che lasciano il tempo che trovano, con toni fuori luogo. Ho sempre portato avanti il dialogo con tutti, ma non certo con chi lancia ultimatum e accuse fumose. Qualche mese fa le stesse consigliere dicevano, ad esempio, che non si vedevano cantieri e lavori per la città. Invece, credo che il lavoro che si sta facendo sia sotto gli occhi di tutti. Mi chiedo, a questo punto, se anche i cittadini che hanno votato Vivian e Marcato condividano il loro disgusto per la mia amministrazione, una amministrazione capace , appena qualche giorno fa, di portare a casa un risultato storico per Mira, che per la prima volta in quarant’anni si è vista assegnare i fondi per la legge speciale. Un risultato per il quale ci hanno ringraziato anche gli altri comuni di gronda. Mi chiedo se questi cittadini condividano poi il disgusto per chi, come noi, sta investendo molte risorse per prendersi cura della città. In due anni abbiamo stanziato 4 milioni per sistemare le scuole del Comune, i ponti, le strade, gli impianti sportivi, le aree verdi e la mobilità, riducendo pure i mutui del passato. Migliorato i servizi, dal verde porta a porta alle nuove piazzole condominiali alla lotta ai rifiuti. Abbiamo portato a Mira un centro antiviolenza che aiuta tutte le donne della Riviera e sosteniamo l’emporio della solidarietà per le famiglie bisognose. In due anni abbiamo resuscitato il teatro (+400% abbonamenti) e fatto nuovi eventi, dal Carnevale, al cinema all’aperto, alle tante iniziative legate allo sport. Sui temi strategici, il Comune sta facendo la sua parte. Il progetto del palazzetto è stato fatto già due anni fa con il bando periferie, bloccato dall'ex governo. Per quanto riguarda la Romea, la competenza è dell'Anas; così come quella per il Distretto Sanitario riguarda la Regione, partita su cui, non da ieri, ma da mesi, questa Amministrazione è un pressing perché si raggiunga la soluzione. Il comune non c'entra, quindi le polemiche sono inutili e non aiutano a raggiungere l'obiettivo. Nel frattempo sto per partire con un’iniziativa che vorrei chiamare “Un caffè con il sindaco”, dove andrò a trovare i cittadini a casa, per ascoltarli e raccontargli il lavoro che stiamo facendo per la città. A dicembre, poi, ci sarà un incontro pubblico aperto a tutti i cittadini".

Data ultima modifica: 20-07-2015
torna all'inizio del contenuto