Villa Venier Contarini



Non si conosce l’anno di costruzione della Villa che fu acquistata nel 1660 da Niccolò Venier. Nel 1991 è stata acquisita dall’Istituto Regionale Ville Venete.
La Villa è composta da un corpo centrale che costituisce l’edificio principale e da due barchesse collegate al corpo centrale da porticati costruiti in un secondo momento. Le barchesse erano destinate agli ambienti di servizio e a foresteria e risultano essere la parte più suggestiva della Villa.
La barchessa posta a ovest presenta un piano seminterrato con soffitto a volta e i tre saloni di cui è composta sono completamente affrescati. L’autore più probabile di questi affreschi è il romano Francesco Ruschi e il suo allievo Antonio Zanchi. Gli originali affreschi secenteschi sono stati in parte ridipinti e restaurati con interventi successivi. Il risultato finale è un susseguirsi di colonne, loggiati, balaustre e nicchie di grande effetto scenografico. Negli affreschi delle pareti sono rappresentati episodi tratti dall’Odissea, dall’Eneide e dall’Illiade.
La barchessa ad est ha un salone affrescato con scene ispirate alla storia di Psiche il cui autore si ipotizza possa essere il fiammingo Daniel Van Den Dyck.
L’oratorio venne ricostruito nel 1752 e l’intero complesso è inserito in un parco.

The year of construction of the Villa is unknown, which was purchased in 1660 by Niccolò Venier. In 1991 it was acquired by the Veneto Ville Regional Institute.
The Villa consists of a central body which constitutes the main building and two barchesse connected to the central body by arcades built at a later time. The barchesse were intended for service areas and guesthouses and are the most suggestive part of the Villa.
The barchessa located to the west has a basement with a vaulted ceiling and the three halls of which it is composed are completely frescoed. The most likely author of these frescoes is the Roman Francesco Ruschi and his pupil Antonio Zanchi. The original seventeenth-century frescoes have been partly repainted and restored with subsequent interventions. The final result is a succession of columns, loggias, balustrades and niches of great scenographic effect. The frescoes on the walls depict episodes from the Odyssey, the Aeneid and the Iliad.
The barchessa to the east has a hall frescoed with scenes inspired by the story of Psyche whose author is supposed to be the Flemish Daniel van den Djckj (Antwerp 1614 - Mantua 1670).
The oratory was rebuilt in 1752 and the entire complex is part of a park.

Visitabile/Visitable

Villa Venier Contarini è sede dell’Istituto Regionale per le Villa venete; è visitabile da lunedì a venerdì con orario dalle 9:00 alle 15:00 (orario degli uffici), previo appuntamento, anche per le vie brevi, ai contatti sotto riportati.
tel: 0415235606
e mail: segreteria@irvv.net
Informazioni su : www.irvv.net

Villa Venier Contarini is the seat of the Regional Institute for Venetian Villas; it can be visited from Monday to Friday from 9:00 to 15:00 (office hours), by appointment, even for short routes, at the contacts listed below.
tel: 0415235606
e mail: segreteria@irvv.net
Information on: www.irvv.net


Indirizzo/Address

Via Capitello Albrizzi, 3
Mira Taglio

Come arrivare/How to get

La villa si affaccia sulla riva sinistra, lungo la strada Nazionale: superato l’incrocio principale di Mira, in direzione Padova, si prosegue per circa mezzo chilometro e sulla destra è collocata la villa. L'entrata è da via Capitello Albrizzi.

The villa overlooks the left bank, along the National road: after the main intersection of Mira, towards Padua, continue for about half a kilometer and the villa is located on the right. The entrance is from via Capitello Albrizzi.



Data ultima modifica: 09-11-2020